Agricamper Italia: soste in camper nell’Italia rurale

sosta camper sotto gli alberi

Agricamper Italia è una realtà assolutamente da conoscere se sei camperista o se stai pensando di diventarlo. È una piattaforma dove trovare soste camper gratuite in aziende agricole e altre strutture rurali.

Soste in camper nell’Italia rurale con Agricamper Italia

Il viaggio in camper è un viaggio di libertà, ci si ferma quando si è stanchi o quando si trova qualcosa di interessante. E le soste più belle, quelle che ti ricordi per sempre, sono quelle nella natura, senza il frastuono dei campeggi organizzati, solo tu, la tua famiglia, il camper, il cielo stellato e la terra.

E in Italia, ad aiutarti a organizzare vacanze in camper in posti unici c’è Agricamper. Si tratta di una piattaforma che permette ai camperisti di sostare e scoprire realtà rurali italiane, all’insegna di un turismo lento e responsabile. È la soluzione ideale per chi non ama i campeggi troppo affollati e al tempo stesso vuole evitare la sosta libera.

Agricamper Italia: il progetto di Pauline

Pauline è francese ma vive in Italia da un po’. Qualche anno fa, durante un viaggio in Europa a bordo di un vecchio van, scopre il piacere di un viaggio lento, alla scoperta di realtà autentiche, immerse nella natura.

Poi si trasferisce in Italia e mette su famiglia. Un giorno, mentre sta consultando un gruppo di camperisti per organizzare il primo viaggio in camper con i bambini, si imbatte in France Passion: un format che unisce camperisti e piccole realtà rurali ed esiste in tantissimi paesi del mondo (ma non in Italia).

Per chi come Pauline non ama fermarsi nei campeggi, ma non si sente sicuro in sosta libera, questa è la soluzione perfetta e così decide di accettare la sfida e creare la prima rete italiana di realtà rurali che ospitano i camperisti.

Come vengono scelte le strutture Agricamper Italia

Molte strutture partecipano al progetto grazie a partnership, in altri casi vengono trovate da Pauline, oppure sono direttamente loro a candidarsi. Per quanto riguarda le collaborazioni, all’attivo ci sono quella con Campagna Amica, l’Unionbirrai e la Federazione Italiana Vignaioli Indipendenti, ma Agricamper Italia è in contatto anche con altre associazioni per allargare le adesioni. Non è ancora partner di Slow Food, ma ne condivide i valori e anche alcuni degli ospiti ne fanno parte.

vista del mare con campi coltivati in primo piano

Agricamper Italia: come funziona e cosa offre il tesseramento

Sosta camper gratuita in libera ma in sicurezza

Il tesseramento è rivolto a camper, minivan e roulotte, che possono sostare gratuitamente per 24 ore presso le strutture Agricamper Italia. Si tratta di aziende agricole, vigneti, fattorie che offrono da 1 a 5 posteggi sulle proprie proprietà.

La sosta con Agricamper Italia assomiglia per diversi aspetti a una sosta libera, con la sicurezza di essere in uno spazio privato. Noi per esempio una volta abbiamo sostato nel prato dietro un caseificio nell’Appenino Modenese: ci siamo goduti un tramonto da favola e abbiamo dormito nel silenzio della campagna.

Generalmente le strutture non forniscono servizi di camper service, elettricità, scarico rifiuti e servizi igienici (controlla i servizi offerti dall’ospite che scegli, perchè in alcuni casi ci sono servizi).

Tessera Agricamper Italia: quanto costa?

Il tesseramento annuale costa 34,90 € e va fatto direttamente sul sito di Agricamper Italia, dove si può consultare la mappa delle strutture aderenti e ricevere la tessera digitale. 

Puoi iscriverti ad Agricamper Italia e usufruire di uno sconto, utilizzano questo codice al momento dell’acquisto: 92WV9C9Z

Agricamper Italia: come organizzare una vacanza col camper

Per prima cosa va scelta la struttura, ce ne sono al momento circa 240. Molto utile lo strumento di ricerca multi-criterio dell’applicazione, che permette di selezionare la regione e tutte le caratteristiche che si cercano nella sosta. Dopo aver individuato l’ospite presso cui si vuole sostare, occorre prenotare tramite l’app e attendere la conferma della disponibilità da parte della struttura, comodamente su WhatsApp. All’arrivo, che dovrà essere entro gli orari stabiliti, va presentata la tessera sullo smartphone.

Agricamper Italia: alla scoperta dei prodotti e le tradizioni della campagna

Durante la sosta approfittate per scoprire e conoscere le realtà che vi ospitano. Gli ospiti sono felici di raccontare e mostrarvi il loro lavoro e i loro prodotti che di solito sono anche acquistabili. Si tratta di un modo per ringraziarli dell’ospitalità e sostenere l’economia locale (a questo proposito qui parliamo di viaggi in camper sostenibili).

Alcune strutture organizzano anche degustazioni, visite guidate e ristorazione. É un’ottima occasione per vivere una vacanza autentica e scoprire realtà che altrimenti difficilmente avremmo occasione di conoscere.

Noi ad esempio durante la nostra sosta presso un caseificio, ne abbiamo approfittato per partecipare a una visita guidata per scoprire come si fa il Parmigiano Reggiano.

Al termine del proprio soggiorno è possibile (e consigliato) lasciare un commento su come ci si è trovati.

mamma e figlia sedute in mezzo al prato

Agricamper Italia: sosta a misura di famiglia

Da mamma, Pauline presta attenzione anche alle esigenze dei piccoli ospiti ed è per questo che alcune strutture hanno un parco giochi, animali e svolgono attività di fattoria didattica.

bimba con mucche

Utilizzando l’elemento ricerca sull’app, è possibile includere nella selezione gli ospiti che offrono attività e giochi per bambini, fattoria didattica e allevamento. In questo modo sarete sicuri di far felici anche i vostri piccoli durante la sosta.

L’idea di una sosta immersi all’interno di una realtà autentica, con la possibilità di poter gustare e acquistare prodotti a chilometro zero ci è piaciuta moltissimo e abbiamo pensato a una serie di gite alla scoperta delle regione italiane che includono soste in strutture del circuito.
*articolo scritto a maggio 2020 e aggiornato ad aprile 2022

Lascia un commento

Your email address will not be published.

This field is required.

You may use these <abbr title="HyperText Markup Language">html</abbr> tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*This field is required.